lunedì 7 agosto 2017

In arrivo un po' di novità

Siamo ad agosto, ci sono le ferie. Ha fatto caldo, anzi caldissimo.
Per me è stato un anno incredibile. Pensavo non potesse essere piú incredibile del 2016, ma mi sbagliavo. Mi sono sentito come i climatologi che trovano ogni anno piú caldo del precedente.
E invece: esperienza da insegnante in un liceo scientifico, commissario interno agli esami di maturità, e, fresco fresco, ho appena iniziato il lavoro come redattore in una casa editrice di libri scolastici. In tutto questo, presto uscirà anche un mio libro sulle onde gravitazionali (di cui vi parleró presto, intanto ditemi in bocca al lupo).

In tutti questi mesi, per forza, questo blog è stato trascurato. Il lavoro da insegnante (davo lezioni anche il pomeriggio) mi ha coinvolto tantissimo e preso tutto il tempo che avevo a disposizione.
Tuttavia, ho pensato a Quantizzando e alla divulgazione scientifica praticamente sempre. Soprattutto ho cercato di pensare a cosa volevo fare con Quantizzando. Con i social, voi lo sapete, non ho mai avuto un gran rapporto. Per qualche motivo, legato alle tempistiche di fruizione soprattutto, ho sempre ritenuto che il posto centrale del progetto Quantizzando fosse il blog.

Progetto, poi è una parola grossa. Quantizzando è nato cosí, senza pretese. Nel corso del tempo qualche lettore è passato di qua e mi fa piacere.

Siccome mi piace un sacco provare anche a fare cose nuove, ho in mente alcune idee per la nuova stagione, diciamo cosí, quella che va da settembre a maggio. Di solito, quando provo a fare qualcosa di nuovo, ci provo diverse volte prima di rendere un'idea sistematica: non sono bravo a far funzionare una cosa al primo tentativo, trovo sempre qualcosa che non va e quindi tendo a iniziare da capo. Del resto, anche con il blog è andata cosí.

E allora, ecco come immagino le cose per Quantizzando nei prossimi mesi. Forse andrà bene, forse no, sicuro ce la metteró tutta, promesso.

Dal 26 agosto parte, definitivamente, la newsletter. Qualcuno di voi ha già ricevuto la mia newsletter nei mesi precedenti. Poi c'è stata una pausa, soprattutto per i motivi di lavoro elencati all'inizio di questo post. Ora si ricomincia, ma ovviamente si deve ripartire con qualcosa di nuovo. E allora ecco la novità: il podcast.
Per non perdere neanche un podcast, iscrivetevi alla newsletter.

Andrà cosí: una settimana il podcast, una settimana la newsletter. Parleró di astrofisica, soprattutto commenteró le notizie piú importanti. La newsletter non sarà un rimpiazzo del blog: quando c'è da spiegare qualcosa, troverete sempre lo spiegone su Quantizzando. Nel podcast, invece, parleró di argomenti vari o, in caso di notizioni eclatanti, parleró di queste.

Quantizzando ha un canale Telegram. L'idea è quella di ricevere allerta quanto un nuovo post viene pubblicato o un nuovo episodio del podcast viene reso pubblico. Inoltre, scriverò dei post brevissimi, per notizie brevi che magari riprenderó nella newsletter con calma, ma che non ritengo debbano occupare un post intero sul blog.

E i social, in tutto questo? Sicuramente su Twitter mi trovate. Almeno fin quando esisterà, per me è un ottimo mezzo per recuperare informazioni e quindi là ci sono. Su Facebook il mio profilo lo trovate qua, peró non vi assicuro niente: non è che mi faccia impazzire come mezzo di divulgazione, soprattutto per la condivisione di post troppo lunghi (cosa che ho fatto in passato, ma che presto smetteró di fare).

Poi c'è YouTube. Qui ho in mente una cosa, figlia della mia esperienza breve da insegnante. Ma ve ne parleró verso Natale, ora è presto. Vi posso dire che ha parecchio a che fare con la scuola e...con gli esami di stato. Per ora è solo un'idea, ma quasi concreta.

Questo è tutto per ora. Mi piacerebbe leggere i vostri commenti qui sotto, senza dover aprire un account su Sarahah (cosa che non faró mai).
Lo so, quella di leggere un blog sta diventando una pratica obsoleta. Ma ció che ha preso il posto, ovvero la scrittura/lettura/commento su social, non mi sembra sia meglio.

Vabbè, comunque sia, grazie per seguire Quantizzando, grazie di cuore davvero.