domenica 31 maggio 2015

Incontro con i ragazzi di Fossalto

Sabato mattina, 30 Maggio, sono stato a Fossalto (a circa 25 km da Campobasso), il paese dove sono nato e cresciuto grazie all'aria fresca, al cibo buono e al calore umano dei miei compaesani, perché invitato dagli insegnanti della scuola e dal comune di Fossalto (che ringrazio di cuore!) ad incontrare i ragazzi delle elementari e medie per rispondere alle loro domande.

L'incontro si è svolto nella cornice del Teatro Alfieri di Fossalto e la partecipazione dei ragazzi è stata molto calorosa sia durante che dopo l'evento.
Anzi, in realtà devo fare un doppio plauso ai ragazzi non solo per il loro comportamento davvero interessato e coinvolto ma anche per le domande che mi hanno posto. Come dico sempre su questo blog, quando c'è la curiosità c'è tutto ciò che serve per cercare di comprendere la scienza.

Abbiamo parlato di quasi tutto. L'evento si è chiamato "Viaggio nell'universo" poiché abbiamo iniziato a chiederci e rispondere a domande sulla Terra fino poi a spingerci nell'universo lontano passando per il Sistema Solare e le galassie.
Abbiamo cercato di trovare le risposte a varie domande che i lettori assidui di Quantizzando conoscono benissimo di sicuro come, ad esempio, il perché delle stagioni, come funzionano le maree, quante galassie ci sono nell'universo, perché l'astrologia non è una scienza, perché diciamo che l'universo è descritto dalla teoria del Big Bang e molto altro!


Ecco alcune foto della meravigliosa mattinata (da notare la mia maglia a tema "lunare"!):







Alla fine i ragazzi sono sembrati molto entusiasti e hanno continuato a farmi ulteriori domande. Spero di essere riuscito a colmare almeno una goccia della loro sete di curiosità! 
Per concludere i ragazzi e gli insegnanti hanno voluto fare una foto ricordo:



Personalmente io mi sono divertito parecchio a rispondere e a stuzzicare i ragazzi su vari argomenti di astrofisica (con qualche battuta qua e là per tenere sempre viva l'attenzione!), soprattutto cercando di sottolineare sempre e continuamente come tutti i risultati e le cose che conosciamo riguardo all'universo sono tutte derivate tramite l'utilizzo del metodo scientifico.

Questo è stato il messaggio che ho provato a comunicare più di altri: ovvero, la scienza non trova la verità scolpita nella pietra ma cerca di verificare le proprie teorie tramite l'analisi e lo studio di dati e di misure.

Concludo questo post con una piccolissima riflessione: la mole e la qualità delle domande dei ragazzi di Fossalto non è da considerarsi un fenomeno eccezionale. Sono certo che tutti i ragazzi sono curiosi di capire come funziona l'universo e tutti gli scienziati hanno il dovere morale di condividere le loro conoscenze e soprattutto cercare di "tradurle" in un linguaggio comodo per tutte le età.