lunedì 2 febbraio 2015

Un (lungo) viaggio nel Sistema Solare

Lo sapete quanto ci tenga a darvi un'idea delle dimensioni dell'universo, è un mio pallino.
Ne avevamo parlato qui con una "mappona" del Sistema Solare e qui, in cui abbiamo parlato di come la luce proveniente dal Sole impieghi ben otto minuti per arrivare sino a noi sulla Terra.

Faccio un piccola (doverosa) premessa tecnica, non vi arrabbiate!
Sappiamo che non possiamo descrivere l'avventura di un fotone dal suo punto di vista; non lo dico io ma la teoria della relatività! 
Infatti, uno dei due postulati della teoria della Relatività Ristretta è che ogni osservatore deve osservare la luce muoversi, appunto, alla velocità della luce (l'altro postulato è quello che le leggi fisiche sono le stesse per tutti gli osservatori che si muovono con una certa velocità costante) . Dunque, strettamente parlando non esiste un punto di vista del fotone perché nell'universo visto dal suo punto di vista, esso dovrebbe essere fermo e vedrebbe gli altri fotoni fermi anch'essi (perché viaggiano alla sua stessa velocità). Quindi un osservatore che viaggia alla velocità della luce non vedrebbe la luce viaggiare alla velocità della luce!
OK, fine della premessa tecnica.

Tuttavia, proviamo a concederci una licenza-premio e immaginiamo di essere dei fotoni e di allontanarci dal Sole a 300 mila chilometri al secondo (fin qui tutto bene) e che quello che vediamo nel video sia proprio quello che osserverebbe un fotone (questo per gioco invece!).
Ora, quanto ci metteremmo ad arrivare al pianeta più vicino, cioè Mercurio? Poco più di 3 minuti!
E sulla Terra, lo sapete, otto minuti.
Però, come sempre ripeto, questi tempi sono vuoti senza una qualche "sofferenza" visuale che possa permettere a tutti noi di renderci conto di quanto enormi siano le distanze in gioco. Ecco perché, nonostante i tecnicismi di cui sopra, invito alla visione del video di cui sotto.


Ho detto sofferenza non a caso: infatti il video che vado, con grandissimo entusiasmo, a presentarvi è, in realtà, di una noia mortale. Pensate, dura 45 minuti e rappresenta proprio il viaggio di un fotone con tempi e scale reali. E, dopo ben tre quarti d'ora, un fotone non arriva nemmeno a Saturno!

L'universo, cari amici di Quantizzando, è assolutamente gigantesco!
Infatti, al di là dei cavilli della teoria della Relatività di cui abbiamo parlato in apertura di questo post, l'unico vero motivo per cui voglio che voi guardiate questo video è per farvi capire quanto immense siano le distanze in gioco nonostante si viaggi ad una velocità pazzesca come quella di 300 mila chilometri al secondo!

Ovviamente sarò comprensivo nei confronti di coloro che si fermeranno a Mercurio oppure velocizzeranno il video...ma sappiate che in quest'ultimo caso andreste addirittura più veloci della luce e sareste dei tachioni (non è un'offesa! I tachioni sono ipotetiche particelle che vanno più veloci della luce!).

Preparate qualche quintale di pop-corn e patatine, mettete il vostro costume da fotone (???) e...Buona visione!