giovedì 4 settembre 2014

Trovare il Nord

In questo brevissimo post scopriremo come trovare il Nord e anche l'importanza di avere un orologio a lancette piuttosto che uno di quelli digitali quando si vuole ritrovare l'orientamento.
Comunque partiamo dal principio. Giorno o notte? Iniziamo dal giorno. In tal caso avremo a disposizione il Sole, a patto che il cielo non sia completamente nuvoloso.
Ecco che entra in gioco l'orologio a lancette se non avete una bussola. Per trovare il Nord basterà puntare la lancetta delle ore verso il Sole. A quel punto il Nord si troverà in direzione dell'ora dimezzata. Esempio: se sono le 14 allora bisognerà ruotare l'orologio fino a quando la lancetta delle ore punta verso il Sole. A quel punto il Nord sarà dato dalla direzione delle ore 7.



Se invece siamo di notte? Sempre assumendo che il cielo non sia coperto di nuvole allora bisogna conoscere qualche costellazione. Precisamente una: l'Orsa minore. Perché? Perché questa figura del cielo contiene la Stella Polare che non é altro che la stella lungo cui passa un immaginario asse che congiunge Polo Nord e Sud e attorno a cui la Terra ruota in circa 24 ore.
Inoltre, sempre per quanto riguarda la Stella Polare, essa ci dice anche la latitudine a cui ci troviamo. Infatti l'altezza in cielo della Stella Polare dipende dal luogo in cui ci troviamo. Piú siamo lontani dall'equatore nell'emisfero Nord piú la Stella Polare sarà alta in cielo e viceversa.




E se invece il cielo fosse pieno di nuvole? Beh allora bisogna affidarsi a roba da Giovani Marmotte! Per esempio guardare il muschio sugli alberi dato che esso cresce sulla parte meno esposta al Sole e quindi che affaccia a Nord.
La Natura alla fine ci fornisce aiuto anche nelle situazioni più difficili.