lunedì 25 marzo 2013

Mettersi nei panni di un fotone

La teoria della Relatività di Albert Einstein ci dice che ogni osservatore deve misurare la velocità di un fotone uguale alla velocità della luce indipendentemente dal sistema di riferimento in cui si trova.

Albert Einstein (Fonte: www.educational.rai.it)

Un osservatore, praticamente, è un punto di vista. Cosa accade quando l'osservatore è proprio un fotone? Dal punto di vista di un fotone, esso è fermo nel suo sistema di riferimento e vede tutto il resto dell'universo muoversi.
Ma attenzione!
Poco fa abbiamo detto che ogni osservatore deve vedere che un fotone, nel vuoto, va alla velocità della luce e quindi un fotone, nel suo sistema di riferimento, non può vedersi fermo!

Che si fa?
Niente. Dobbiamo accettare che la prima frase di questo post sia un postulato, una verità indissolubile della teoria della Relatività. Se accettiamo ciò allora praticamente non possiamo descrivere nell'ambito della teoria della Relatività il sistema di riferimento solidale con un fotone.

Insomma pazienza. Comunque, se ciò non vi sta bene potete sempre cambiare postulato e fare una nuova teoria!